Istituto Istruzione Superiore "G. Perlasca"

Il campus della Valle Sabbia

Sei qui: Home Giornalino del Perlasca Primo premio per il Perlasca

Primo premio per il Perlasca

Venerdì, 7 Aprile 2017 a Milano la cerimonia di premiazione del concorso “Tutto per Te” promosso dall’ Osservatorio Permanente Giovani-Editori e dalla Fondazione Cariplo

Si è tenuta a Milano la cerimonia di premiazione del concorso “Tutto per Te”, promosso dall'Osservatorio Permanente Giovani-Editori e dalla Fondazione Cariplo in Lombardia, nell'anno scolastico 2016/2017, nelle scuole partecipanti all’iniziativa "Il Quotidiano in Classe". Alla premiazione del concorso, alla sua prima edizione, hanno partecipato oltre 250 studenti dei circa  5000 delle scuole secondarie superiori della Lombardia che hanno preso parte all’iniziativa. Sono state quasi due ore intense e interessanti nelle quali sono intervenuti Sergio URBANI,  Direttore Generale Fondazione Cariplo, Pierfrancesco SALVETTI, Direttore Relazioni Esterne Osservatorio Permanente Giovani-Editori, Agnese SELVA e Bettina COLOMBO, ideatrici e fondatrici di “Un Pizzo – folk art design”, il Professor Carlo SORRENTINO, docente di sociologia dei processi comunicativi presso l’Università degli Studi di Firenze, oltre agli studenti in particolare quelli delle tre classi vincitrici del concorso che hanno presentato i lavori premiati. L’incontro è stato moderato e condotto da Sandro NERI, Direttore Il Giorno.

La finalità del contest del progetto “TUTTO PER TE” in questa prima edizione è stata quella di stimolare i giovani a riflettere sulle caratteristiche, la storia e le tradizioni del proprio territorio e a immaginare prospettive future di sviluppo, anche attraverso l’utilizzo della tecnologia applicata, di cui essi stessi possano essere i protagonisti. L’obiettivo del concorso è stato quindi promuovere la conoscenza, la salvaguardia e la valorizzazione in chiave innovativa del patrimonio culturale materiale e immateriale.  L'iniziativa si struttura in un percorso pluriennale. In questa prima edizione gli studenti sono stati invitati a soffermarsi sull'interazione fra luoghi fisici e luoghi digitali. Come tale interazione riconfigura il rapporto con la comunità? Qual è il ruolo dei processi educativi in tale contesto?

Gli studenti hanno effettuato innanzitutto una ricerca ricorrendo agli strumenti informativi, sia cartacei che digitali, che hanno ricevuto a scuola (Corriere della Sera, Il Sole 24 Ore e Il Giorno), ai materiali didattici realizzati ad hoc per il concorso, come anche alle fonti individuate autonomamente nelle biblioteche di pubblica lettura e in rete. In particolare, approfondendo le peculiarità della realtà in cui vivono hanno raccolto informazioni su una specifica attività produttiva. I ragazzi e le ragazze hanno realizzato quindi un documento dove hanno fornito informazioni sull’ambito produttivo esaminato, esplicitando gli elementi culturali e ambientali ad esso connessi, spiegando come questa attività era svolta nel passato e qual è la situazione odierna, illustrando come potrebbe essere valorizzata con l’ausilio della tecnologia. E' cominciato quindi un nuovo cammino teso a formare cittadini attivi e responsabili, consapevoli del proprio passato, informati del proprio presente e pronti a cogliere le occasioni che il futuro può offrire e crearne di nuove.

 La cerimonia di oggi è stata condotta e moderata dal Direttore de Il Giorno Sandro Neri, e ha visto intervenire in apertura il rappresentante dell’Osservatorio Permanente Giovani – Editori il Responsabile delle Relazioni Esterne Pierfrancesco Salvetti che ha dichiarato: “Il progetto Tutto per Te promosso dall'Osservatorio Permanente Giovani – Editori in collaborazione con Fondazione Cariplo penso rappresenti in maniera importante il lavoro che da anni svolgiamo nella scuola secondaria superiore a favore dell’educazione alla cittadinanza. Infatti sensibilizzare gli studenti a conoscere, valorizzare, salvaguardare e promuovere il patrimonio culturale, materiale e immateriale, del proprio territorio di appartenenza, stimola una coscienza diffusa, in classe e nella vita. Inoltre rappresenta un passo fondamentale per essere sempre più dei cittadini consapevoli e integrati della propria comunità”.

È intervenuto quindi il Direttore Generale della Fondazione Cariplo  che ha affermato: “Ogni anno Fondazione Cariplo è partner di progetti che si rivolgono a migliaia di ragazzi – spiega Sergio Urbani, direttore generale di Fondazione Cariplo – Siamo al fianco di giovani impegnati in iniziative che arricchiscono la loro formazione e crescita culturale, ed educativa, nelle scuole e nelle università, anche creando per loro opportunità di occupazione, legate alle nuove professioni, generando competenza unita alla grande passione di cui dispongono. Con l’Osservatorio Permanente Giovani Editori abbiamo voluto coinvolgerli sollecitando ancora una volta la loro creatività e le loro idee che possono servire per valorizzare il nostro grande patrimonio culturale materiale ed immateriale. Siamo convinti che solo le energie dei ragazzi possono fa scaturire una rinascita su questo fronte. A noi spetta dar loro opportunità per mettersi in gioco e lo stiamo facendo anche con numerose altre iniziative, come ad esempio Cariplofactory, Il progetto Green Jobs e Innovazione Culturale”‎.

Le tre delegazioni vincitrici del concorso sono state chiamate una ad una dal moderatore per presentare i lavori con i quali hanno vinto il concorso e mostrare il video realizzato per il contest. La prima delegazione vincitrice a presentare il proprio elaborato denominato “L’Acqua” è stata quella della Classe II Amministrazione Finanza e Marketing dell’Istituto d’Istruzione Superiore "Giacomo Perlasca" di Idro/Vobarno (BS) accompagnata dalla docente Antonella Ali. I ragazzi hanno mostrato il filmato realizzato sul tema, un vero e proprio servizio su una risorsa importante del territorio. A seguire è stata la volta della delegazione che ha realizzato l’elaborato denominato “I Merletti” la classe II A Liceo dell'Istituto “Cardinal Ferrari” di Cantù (CO) accompagnata dalla professoressa Samuela Ronchetti, anche loro hanno fatto vedere la il reportage video girato nella loro città, su una lavorazione antica per la quale Cantù è sempre stata famosa sin dal XVII secolo. Infine è toccato alla delegazione che ha messo a punto l’ultimo elaborato vincitore denominato “Vigevano città di calzolai”, una delegazione della classe III CLS dell’Istituto di Istruzione Superiore “G. Caramuel-Roncalli" di Vigevano (PV) accompagnata dai docenti Matteo Loria e Antonietta Vulcano, che ha mostrato una clip video sulla storia della calzatura a Vigevano e cosa rappresenta oggi alla luce di una concorrenza globale.

Nel suo insieme un lavoro prezioso e interessante quello realizzato dalle tre classi vincitrici, che hanno ricevuto una targa dalle mani del Direttore Generale della Fondazione Cariplo Sergio Urbani e dal Responsabile Relazioni Esterne dell’Osservatorio Permanente Giovani – Editori Pierfrancesco Salvetti. Un riconoscimento ad un lavoro ben fatto, anche grazie alla collaborazione e alla guida dei propri docenti, e che rappresenta un passo importante nell’avvicinare i giovani a un tema importante e non sempre facile come quello della promozione, della conoscenza, della salvaguardia e della valorizzazione in chiave innovativa del patrimonio culturale materiale e immateriale del proprio territorio di riferimento.

 

 
Sei qui: Home Giornalino del Perlasca Primo premio per il Perlasca